CELESTINO NON HA L'ACQUA. LE SOLUZIONI DEI BAMBINI PER AIUTARE L'AFRICA

March 22, 2016
Nel mondo sono oltre 700 milioni le persone che non hanno accesso a fonti di acqua potabile, circa la metà - 312 milioni - vivono nel continente africano. In Africa ogni minuto un bambino appena nato muore per infezioni contratte a causa dell’assenza di acqua pulita. In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, Amref Health Africa mette in luce gli effetti devastanti dell’iniquità di accesso a fonti d’acqua sicure e lo fa attraverso un video in cui chiede a dei bambini italiani di rispondere ad una domanda: “Cosa faresti se non avessi l’acqua?”

Aiutare Celestino e Aiutare l'Africa

Celestino, personaggio immaginario, all’improvviso si è trovato senza acqua e dobbiamo trovare il modo di aiutarlo. È questa la missione degli studenti di una prima elementare della scuola Corrado Alvaro, Istituto comprensivo Rosmini di Roma. Le risposte dei bambini sono fantasiose: “andiamo a prenderla nello spazio”, “buchiamo le montagne”, “la facciamo comparire con l’aiuto di una fata”. In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, il 22 marzo, Amref Health Africa lancia un video che si propone di far riflettere, attraverso la genuinità dei bambini, su un tema delicato e troppo spesso ignorato dagli adulti. 

L'Africa, emergenza cronica

Sebbene l’acqua sia fondamentale in qualunque ambito della vita umana, dall’agricoltura alla sicurezza alimentare, dall’igiene alla salute, si stima che globalmente circa 312 milioni di persone non abbiano accesso a fonti di acqua potabile. 
Dei 25 Paesi al mondo col più basso accesso a fonti di acqua pulita, ben 19 sono in Africa. In 30 Paesi africani - includendo grandi realtà come Nigeria, Etiopia, Tanzania, R.D. Congo, Kenya, Sud Africa, Sudan e Mozambico - tra il 30 e il 70% della popolazione non ha accesso all'acqua pulita. 

Il tema della Giornata mondiale 2016, “Acqua e Lavoro”, riassume bene il ruolo chiave che gioca questa preziosa risorsa nel fornire sostentamento a milioni di persone in Africa. L’assenza di acqua pulita ha un enorme impatto negativo sullo sviluppo, soprattutto per le donne e le ragazze. Queste ultime sono infatti le principali incaricate di andare a prendere l’acqua da fonti sicure ma lontane. Si calcola che le donne in Africa spendono 40 miliardi di ore ogni anno per assolvere a questa funzione. Il risultato è che non possono dedicarsi ad altre attività vitali per l'emancipazione loro e della loro comunità: studiare e lavorare in primis. Nell’Africa rurale, le donne camminano per almeno 8 chilometri ogni giorno per raggiungere la fonte più vicina. Nella stagione secca questo tempo raddoppia. 

Anche per questo, la mancanza di acqua e servizi igienici rappresenta uno dei maggiori ostacoli alla riduzione della povertà e alla crescita economica. Secondo una stima del World Bank Sanitation Programme, all'assenza di fonti idriche sicure si può ricondurre un calo del Prodotto Interno Lordo dal 2 al 7% ogni anno.

La chiave della salute e dello sviluppo

L’acqua ricopre un ruolo cardine nella promozione della salute. Ciò nonostante, il 42% delle strutture sanitarie in Africa non è provvisto di acqua potabile e ogni minuto un bambino appena nato muore a causa di infezioni causate dall’assenza di acqua pulita e da ambienti insalubri. Senza dimenticare che il 15% delle morti materne è connesso ad infezioni contratte nelle prime 6 settimane dal parto a causa di condizioni antigieniche. Una delle 5 principali cause di morte materna, la sepsi, è dovuta proprio all’assenza di acqua pulita e di igiene adeguata durante il parto. 

Le malattie connesse all’igiene debilitano e uccidono 1 milione di Africani ogni anno. Le persone che soffrono di patologie connesse alla scarsa igiene occupano il 50% dei letti d’ospedale nell’Africa Sub-Sahariana e assorbono il 12% del budget sanitario (trattare un disturbo prevenibile come la diarrea può consumare da solo il 12 % del budget). 

Garantire l’accesso all’acqua pulita e all’igiene è la migliore assistenza sanitaria preventiva possibile ed è 10 volte più economica delle cure mediche. A seconda dei Paesi e delle regioni, per ogni dollaro investito in acqua e igiene, i benefici economici si aggirano tra i 3 ed i 34 dollari in più.
 

CIBO E SALUTE: GLI ORTI DI STRADA A EXPO

September 23, 2015
Il prossimo sabato 3 ottobre a Milano, presso la Cascina Triulza ad EXPO 2015, Amref Health Africa organizza un incontro dedicato al tema della sicurezza alimentare e presenterà l’esperienza del suo progetto ORTI DI STRADA, in corso in Kenya. Il progetto ORTI DI STRADA è un intervento di sicurezza alimentare, finanziato con il Bando NUTRIRE IL PIANETA 2014 dalla Fonazione Cariplo, la Regione Lombardia e il Comune di Milano .

Lo scopo è quello di favorire l'accesso sostenibile al cibo, c...
Continue reading...
 

Acqua e agricoltura in Kenya con Unipromos! Non siamo i soli!

September 23, 2015
UNIPROMOS ha scelto di costruire insieme ad Amref un pozzo all'interno di una comunità, l'acquisto di piante, semi e attrezzature agricole, le relative attività di formazione sulla coltivazione dei campi e la gestione dei prodotti. Insieme abbiamo anche deciso di avviare la realizzazione di due pozzi "giganti"per l'irrigazione di campi, terrazzamenti e orti. L'acqua è vita, Amref lo dice da sempre.

Continue reading...
 

AMREF e FEDERICO ONLUS

February 1, 2012

Continue reading...
 

AMREF

March 18, 2011
ACQUA, IN AFRICA DIRITTO NEGATO PER 4 PERSONE SU 10

In vista della Giornata mondiale del 22 marzo, AMREF ricorda che nell'area subsahariana più del 40% della popolazione continua a non avere accesso ad acqua pulita. Un dato che, sommato alla mancanza di servizi igienici adeguati, costa ogni anno alla regione il 5% del suo Pil ed è all'origine dell’80% delle malattie

Roma, 16 marzo 2011 - Se per milioni di africani l’ac...


Continue reading...
 

Si parte.....!!!!!!!!!!

March 15, 2011
Caro Riccardo,

scusami tanto per il ritardo con cui rispondo alla tua mail, ma come ti dicevo poco fa al telefono, sono rientrata venerdì scorso in ufficio dopo essere stata in Kenya per circa 15 giorni in visita dei nostri progetti.

Nei giorni scorsi ho avuto dunque modo di vedere il lavoro che AMREF svolge con le comunità e la grande capacità di queste ultime di far proprio i messaggi appresi.
Ho incontrato tanti persone che a distanza di anni dai nostri interventi mi hanno mostr...

Continue reading...
 

Le poesie di Federico recitate!!

March 11, 2011
Carissimi amici,

grazie al lavoro ed alla passione di Francesco Cusani, un mio dolcissimo collega ed amico, le poesie di Federico sono "Vive" sul sito www.suonamiunapoesia.it!!!

Continue reading...
 

Parte il primo pozzo in Africa!

February 21, 2011
Carissimi sostenitori,

oggi è stato fatto il bonifico all' AMREF per il Primo Pozzo Federico Villani in Africa. Entro sei mesi verranno espletate le pratiche di ricerca del villaggio e di organizzazione della gestione del Pozzo. Entro un anno sarà operativo.

Comunque speriamo di poter partire con un secondo al più presto.

Grazie!

Continue reading...
 

Andiamo col Pozzo!

April 2, 2010
Carissimi amici,

abbiamo raggiunto la cifra necessaria per il nostro primo pozzo!!!!

Ho contattato l'AMREF e dopo avervi contattato inizierò le pratiche.

Ci vorrà un annetto ma il primo pozzo Federico Villani nascerà!!

Continue reading...
 

Categories